LE Théâtre du Chêne Noir "Aurora"

LE Théâtre du Chêne Noir "Aurora"
Fondato ad Avignone nel 1966 da Gérard Gelas, il Théâtre du Chêne Noir d'Avignon - che continua ancora oggi - è un prodotto straordinario dell'unione del dopoguerra di creatività multidisciplinare e politica radicale di sinistra. Liberamente allineato con una filosofia anarchica, alla fine degli anni '60 parteciparono a numerose forme di protesta attraverso le esibizioni, con i loro sforzi banditi dal governo francese a ritmo regolare.Mentre, nel corso degli anni, il gruppo è diventato più strettamente allineato con una forma tradizionale di teatro, mettendo in scena le opere di Mishima, Molière, Brecht, Musset e dozzine di altri - contribuendo a lanciare le carriere di molti degli attori più famosi del paese - durante gli anni '70 fecero un salto sorprendente nella musica d'avanguardia e sperimentale.Tra il 1971 e il 1976, il Théâtre du Chêne Noir d'Avignon pubblicò 3 LP e un EP da 7 ". Aurora, registrata nel giugno del 1971 ed emessa dalla leggendaria impronta Futura, è la prima. L'album iniziò come opera messa in scena presso Ariane Mnouchkine Théâtre du Soleil La narrazione - una drammatica storia della Terra in cui i bambini combattono contro terrificanti uccelli-uccelli che volano da un pianeta all'altro, schiavizzando gli abitanti - è stata realizzata da musicisti attori, lavorando in una nuova radicale forma ibrida.Il risultato, incredibilmente ambizioso per i suoi giorni o da allora, copre una vasta gamma di territori. Raccogliendo i suoni di violoncello, flauto, gong, percussioni, chitarre elettriche e archi e cembali, sassofono e dispiegamento diversificato di tecniche vocali, incontriamo movimenti di ronzii che flirtano con quei territori scanditi da progetti come Prima Materia, frammenti tratti da varie tradizioni modali, la furia selvaggia del pieno di improvvisazione senza fiato e di sonorità più delicate ed esplicitamente sperimentali intrecciate dal mondo parlato.Infuso con l'umanità e cavalcando le ondate di turbolenze politiche e fermento creativo del suo tempo, l'Aurora del Théâtre du Chêne Noir d'Avignon è un viaggio assolutamente strabiliante nel suono emotivo. Crudo, emotivo, pieno di idee geniali e incredibilmente coraggioso, è un album che sembra ancora sconcertante e fresco quasi mezzo secolo dopo che è stato realizzato. Un'esplosione lungimirante di aria fresca del passato, che apre la strada al futuro.

SCOPRI TUTTE LE DATE


News inserita il