Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - Torino - London - Berlin - Firenze - Paris - Glasgow - Napoli - Hamburg - Parma - Padova - Zürich - Manchester

Live Club

Tutte le informazioni, gli eventi e i concerti di blah blah a Torino (Torino)

BLAH BLAH
via Po, 21
Torino (Torino)

Contatti

Social

BLAH BLAH•via Po, 21•TORINO•INFO: 392.7045240 Torino• blahblahtorino@gmail.com

DICEMBRE 2018

 
Venerdì 21/12/2018: JOHNNY MOX full band (Polistrumentista Gianluca Taraborelli) – Release Party. Prima e a seguire ITALIANS DO IT BETTER by Carletto il principe dei mostri

 

Giovedì 27/12/2018: GIACOMO TONI, Duo – Piano Punk Forlì

 

Venerdì 28/12/2018: Release Party Night con LOIMANN + ORIGOD. A seguire GOODTIMES dj set by Giorgio Valletta & Seba Mc

 

Sabato 29/12/2018: FLYING DISK (It, Noise Rock) + JX ARKET (It, Post Hc). Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

 

Queste le altre attività:


 

Martedì 18/12/2018: “RUMORE” la rivista, vi fa la festa! Selezioni musicali (dj set) a cura della redazione di Rumore Mag

 

Mercoledì 19/12/2018: APERITOON - The Animated Happening - orario aperitivo 

 

Giovedì 20/12/2018: PSICOAPERITIVO - orario aperitivo

 

Sabato 22/12/2018: Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

 

Domenica 23/12/2018: L’OMBRA NEL CUORE doppia proiezione del film noir, regia di Sergio Motta. Primo spettacolo ore 17.00, secondo spettacolo ore 21.00

 

Martedì 25/12/2018: Dj Set Rock’n’Roll 

 

Mercoledì 26/12/2018: L’OMBRA NEL CUORE - Proiezione del film noir, Regia di Sergio Motta, ore 21,00

 

Domenica 30/12/2018: L’OMBRA NEL CUORE - Proiezione del film noir, Regia di Sergio Motta, ore 21,00

 

Lunedì 31/12/2018: NEW YEAR’S EVE – CAPODANNO – MELODY MAKER(s) dj’s: Blaster T., RAP1, (San)Paolo Alberto SciaccaOtto anni non sono pochi, il Capodanno al BLAH BLAH è sempre una tradizione targata Melody Maker(s) con il dj set di Francesco Rapone vs Carlo Killblasterdj Clinco. Un viaggio di sei ore (circa): NEW WAVE, POST-PUNK, INDIE, ELECTRO, ALTERNATIVE GUITARS. Niente botti, niente zarri, niente trenini, età over 25 e ingresso gratuito tutta la notte. 

 

comunicato stampa
 
Blah Blah, Via Po 21, Torino
infoline: 3927045240
I CONCERTI iniziano sempre ore 22:00 nel week-end (Venerdì e Sabato) e ore 21:45 tutti gli altri giorni.
 
BIOGRAFIE e FOTO:

Venerdì 21/12/2018: JOHNNY MOX full band (Polistrumentista Gianluca Taraborelli) – Release Party. Ingresso 5 euro. Prima e a seguire ITALIANS DO IT BETTER by Carletto il principe dei mostri.

 

Johnny Mox torna in tour con la band al completo per presentare il nuovo disco. L’ultimo album, “Future is not coming, but you will”, è uscito da poche settimane. È dedicato ad un Futuro perduto, che non arriverà mai nella forma in cui ci è stato venduto e raccontato. Cerca di descrivere il profondo senso di scollamento, la rabbia e l’ossessione che tutti abbiamo sviluppato in questi anni nei confronti del Domani. Dieci canzoni notturne con le quali il reverendo Mox si sposta su territori più melodici e riverberati con atmosfere da vero crooner. Johnny Mox è il progetto del polistrumentista trentino Gianluca Taraborelli. Con tre dischi alle spalle, due tour europei, un tour americano e centinaia di concerti in tutta la penisola, Mox ha sviluppato negli anni uno stile personalissimo che mescola gospel, punk e sperimentazione. Assieme ad Above the Tree è il fondatore di Stregoni, un progetto dedicato alle politiche migratorie dell'Unione Europea. Una meta-band che dal 2016 ha portato sul palco più di 4000 migranti e richiedenti asilo.

 

Link FOTO Johnny Mox: https://www.facebook.com/Johnnymoxofficial/photos/a.157913794271235/1085605698168702/?type=3&theater

 

Giovedì 27/12/2018: GIACOMO TONI, Duo – Piano Punk Forlì. Ingresso 5 euro.

 

Noto al popolo dei concerti per l’utilizzo di un lessico paradossale e per i monologhi improvvisati che legano un brano all’altro, fin dalla fondazione della Novecento Band (2005) si è imposto nel panorama indipendente come cantautore contemporaneo. Le sue canzoni sono a tratti serie e a tratti comiche, ma più spesso serie e comiche insieme. Dietro la scorza strafottente, Toni è uno di quelli ancora capaci di giocare con le parole, di sceglierle con cura sorprendente, trattandole come se fossero uno strumento musicale. Una maturità nell’approccio stilistico che saprà accontentare tanto gli intenditori e appassionati del genere quanto i liberi e casuali fruitori della buona musica. Tre gli album autoprodotti con la band in collaborazione con la libera associazione teatrale “Gli Incauti”: "Giacomo Toni & Novecento Band" (2006), "Metropoli" (2008) e "Hotel nord est" (2010). A questi si aggiungono i più recenti "Musica per Autoambulanze" (2013) e "Nafta" (2017), pubblicati rispettivamente con MArteLabel e Brutture Moderne.

 

Link FOTO Giacomo Toni: https://www.facebook.com/giacomotoni900band/photos/a.263088313710640/1760691460616977/?type=3&theater

 

Venerdì 28/12/2018: Release Party Night con LOIMANN + ORIGOD. Ingresso 5 euro. A seguire GOODTIMES dj set by Giorgio Valletta & Seba Mc.

 

I Loimann nascono nel 2003, sotto l'influenza di sonorità tipicamente stoner (Kyuss, Queens of the Stone Age), ma il cantato inizialmente è in italiano. Dopo la realizzazione di tre cd autoprodotti (dal 2003 al 2006), varie attività live in Piemonte (rassegne, live con band estere quali Demons, Volt, Deville o italiane, quali Dead Elephant, Cani Sciorri, festival Radio BlackOut, date in Piemonte, etc..) e sopratutto vari cambiamenti di lineup alla batteria ed al basso, il gruppo trova stabilità dal 2007 con questa formazione: Fabio (chitarra/voce), Dario (basso) e Ricu (batteria). Il sound, subisce una sferzata verso territori meno tipicamente stoner (come all'inizio e nei primi tre cd), ma anche più vicini a sonorità heavy-psych, doom, con maggior dilatazione dei brani. La band ha terminato le registrazioni di Towards Higher Consciousness (il primo vero e proprio full lenght) nel 2010, nei One Voice Studios di Daniele Giordana (fonico di Monster Magnet, EyeHateGod, Hatebreed, Ozzfest tra i tanti altri...). Seguono varie date in Piemonte, condividendo il palco con nomi internazionali (Los Natas, Crippled Black Phoenix) alternate a esperienze live in Liguria e all’estero (Montpellier, Mende, Barcellona). Dopo una pausa per la stesura di nuovo materiale, la band entra in studio con Danilo Battocchio (Last Minute to Jaffna, Tutti i colori del Buio, Bare Teeth Records) per dare alla luce il nuovo album, Drowning Merged Tantras che dovrebbe vedere la luce nell'autunno del 2014. Qualche data estiva assieme ai francesi Celeste fa da antipasto a quella che si presuppone essere un'uscita discografica (mastering by Lorenzo Stecconi dei Lento) dalle sonorità sempre più asfissianti e cariche di odio. Gli Origod hanno pubblicato a Marzo di quest’anno  “Solitude in Time and Space” su Argonauta Records.

 

Link FOTO LOIMANN: https://www.facebook.com/loimann/photos/a.505967036111191/505970052777556/?type=3&theater

 

Sabato 29/12/2018: FLYING DISK (It, Noise Rock) + JX ARKET (It, Post Hc). Ingresso gratuito. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.

 

FlyIng Disk, tre ragazzi chiusi in un umido scantinato provano a rielaborare la lezione imparata dal noise rock anni 90 e farla loro. La rabbia e la voglia di evadere suonate con attitudine e sincerità senza compromessi. Dopo una lunga sessione di registrazione sotto la guida di Francesco “El Drago” Martinat, alla fine del 2018 esce “Urgency”, in Collaborazione con le etichette Brigante Records&Production, Scatti Vorticosi e Edison Box, Urgence Disk Rec, Mother Ship, Longrail Records, Santa Valvola, FCE records, Dayoff, che rappresenta per la band una svolta a livello di sound, il quale diventa più definito e ricercato.

 

Link FOTO Flying Disk: https://www.facebook.com/TheFlyingDisk/photos/a.2391405754220399/2391406554220319/?type=3&theater

 

GENNAIO 2019
 

Venerdì 04/01/2019 BLOU DAVILLE (It, Tex Mex/Lounge) - Release Party. A seguire KILLING MOON - dj set by Clean Pee & Topa-jay

 

Sabato 05/01/2019: FUCKTOTUM (It, Punk Rock Dissacrante) – Release Party “Figli di un Dio peggiore”. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

 

Martedì 08/01/2019: Less Than a Cube (It, post rock band)

 

Venerdì 11/01/2019: ANGELA BARALDI duo Live – Cantautorato italiano // Facciamo un 48…Djs Random. Manets Birthday

 

Sabato 12/01/2019: JADISH (It, Metal/Crossover). Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

 

Martedì 15/01/2019: AHL LIVE SESH – Tito Castelli live (Eurocrack experimental noise)

 

Giovedì 17/01/2019: SHARKMUFFIN (NYC, Pop Fuzz/Glam)

 

Venerdì 18/01/2019: UOCHI TOKI in VR – Realtà Virtuale con testi a tema cyber. Prima e a seguire ITALIANS DO IT BETTER by Carletto il principe dei mostri

 

Sabato 19/01/2019: The LEGENDARY KID COMBO – (It, Cock'a'Billy / punk / rock). Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

 

Martedì 22/01/2019: SILENT CARNIVAL (It, drones, songwriting, melodie fragili)

 

Giovedì 24/01/2019: kuTso duo Live (It, Indie Rock) 

 

Venerdì 25/01/2019: Stoner Night: Black Capricorn dalla Sardegna + Sabbia da Biella. A seguire Goodtimes dj set by Giorgio Valletta & Seba Mc

 

Sabato 26/01/2019: LESTER GREENOWSKI (It, Glam Punk). Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

 

Martedì 29/01/2019:  SEX SLAVES (NYC, Rock Band)

 

Queste le altre attività:

 

Domenica 06/01/2019: Dj Dave – Birthday day

 

Lunedì 07/01/2019: L’OMBRA NEL CUORE - Proiezione del film noir, regia di Sergio Motta ore 21,00

 

Giovedì 10/01/2019: Motion Kapture sonorizzano DANTE INFERNO film del 1911 di Francesco Bertolini. Ingresso 5 euro.

 

Domenica 13/01/2019: Teatro: Your storytelling party - Regia: Francesca Sorice - A cura di: compagnia teatrale Saltacampana

 

Mercoledì 16/01/2019: OMAGGIO SIOUXSIE AND THE BANSHEES – Dibattito, proiezione “Nocturne”  GBR, 1983 e “The Last Mantaray Show”  Harvey Bertram-Brown – GBR, 2009

 

Venerdì 18/01/2019: Fish & Chips festival dalle 19.00 alle 22.00

 

Sabato 19/01/2019: Fish & Chips dalle 16.00 alle 18.00

 

Domenica 20/01/2019: Fish & Chips dale 11.30 alle 14.30 e dalle 15,30 alle 18.00

 

Domenica 20/01/2019: Teatro - GIULIA PONT “Non tutto il male viene per nuocere, ma questo si” 

 

Mercoledì 23/01/2019: Aperitoon

 

Giovedì 24/01/2019: Sbam! Libri in faccia – Serata dedicate all’editoria indipendente  

 
Domenica 27/01/2019: Improv-To – Improvvisazione teatrale a cura di B-Teatro
 
Giovedì 31/01/2019: Psicoaperitivo

 

comunicato stampa
 
Blah Blah, Via Po 21, Torino
infoline: 3927045240
I CONCERTI iniziano sempre ore 22:00 nel week-end (Venerdì e Sabato) e ore 21:45 tutti gli altri giorni.
 
BIOGRAFIE e FOTO:
 
Venerdì 04/01/2019 BLOU DAVILLE (It, Tex Mex/Lounge) - Release Party. Ingresso gratuito. A seguire KILLING MOON - dj set by Clean Pee & Topa-jay.
 
Blou Daville, un’anima blues che mescola lounge music con il calore del Soul. 
L'idea nasce tra le pareti intime in un piccolo club torinese e la voglia di lasciarsi trasportare in un viaggio tra le colonne sonore di film pulp. 
A Maggio 2013 è uscito, grazie alla co-produzione "Sofà Cafè - Fattore K produzioni" e "AncheNo", il loro primo lavoro in studio, "Red Velvet Motel" disco in vinile (edizione limitata) con copertine uniche in serigrafia artigianale. Presenteranno in questa data al Blah Blah il loro nuovo disco.
 
 
Sabato 05/01/2019: FUCKTOTUM (It, Punk Rock Dissacrante) – Release Party “Figli di un Dio peggiore”. Ingresso 5 euro. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca
 
I Fucktotum suonano dal 1989, in questa data presenteranno il nuovo disco “Figli di un Dio peggiore". Nel 1991 partecipano alla compilation “Benvenuti a Fiatlandia” insieme ai Disforia Psichica, Cracsi acidi e Oppe e i Lupi. L’anno successivo autoproducono la loro prima demo “Rimane solo il roccheroll”. Alcune loro canzoni, tra cui spicca “L’uomo merda” diventano motivetti popolari tra un certo pubblico, tant’è che la suddetta canzoncina finisce a far da sigla per uno special tv della prima edizione del “festival del cinema trash” di Torino e qualcuno pensa pure di farci una cover. Nel ’92 il gruppo si scioglie e si riforma nel ’99 in occasione del “dieci anni buttati tour”, che li porta sulle ribalte delle solite quattro birrerie e centri sociali scasciati in cui sono sempre benvenuti. Esce così il cd “Dentro al cesso di un bar”, che raccoglie vecchi e nuovi pezzi. Dopo aver fatto colletta, nel 2002 pisciano fuori dalla tazza e spendono un capitale per produrre “Odio la natura” in 500 copie e felici del successo ottenuto nel 2004 fanno uscire “La vecchia ha visto gli ufo”, che vede anche il cantautore torinese Enzo Maolucci esibirsi nella canzone “Nella terra del Dio Fa”.I concerti si moltiplicano ed i Fucktotum riescono ad uscire un po’ dal torinese, suonando insieme a gruppi come Misfits, Demolition Doll Rods, Fall Out, Derozer, e partecipando ad una serata evento col bassista degli MC5 Michael Davis (che in quella serata si è rotto la gamba facendo il piciu e puppandosi 1 mese di ospedale a Ciriè !). I Fucktotum hanno anche ispirato uno spettacolo teatrale a Rimini (“La new economi ‘sto cazzo”). Nel 2007 dopo vari rimaneggiamenti alla formazione, esce “Cerebroloser”, con una splendida copertina firmata dal pittore Manuele Cerutti. A febbraio 2009 esce "Scrotomanzia", l'ultima fatica dei Fucktotum con 15 nuove canzoni. Rimane costante nel tempo la loro dedizione alla causa della stronzaggine e della provocazione fine a se’ stessa.
 
 
Martedì 08/01/2019: Less Than A Cube (It, post rock band). Ingresso gratuito.
 
I Less Than A Cube sono un gruppo italiano nato a Torino e composto da Fabio Cubisino (chitarra e voce), Alessia Praticò (basso e voce) e Alessandro Mautino (batteria). I componenti provengono da precedenti esperienze musicali: Fabio suona per 12 anni nella band indie rock Margaret, di cui è stato ideatore e fondatore; Alessia prima con Les Morceaux Anatomiques e poi con i Chloe, mentre Alessandro con i Cockpit per diversi anni. La band si forma nell'inverno del 2014 e si trova subito a proprio agio, nonostante i membri provengano da contaminazioni e progetti musicali diversi. Sperimentare musica insieme crea un impatto sonoro significativo, da cui nasce la personalità del suono e la direzione del progetto. I suoni fragorosi e dinamici sono caratterizzati da chitarre taglienti e distorte, capaci però di lasciare il giusto spazio a linee melodiche più intime. Il basso corposo e cupo e una batteria incisiva articolano la struttura delle canzoni, nelle quali si respira un' anima particolarmente inquieta e una tensione che si libera nelle note arroventate delle composizioni. Nei testi le parole cariche di simbolismo echeggiano e si diramano, lasciando all'ascoltatore la possibilità di interpretarle liberamente e di ritrovarsi in esse. Lo stile ricercato fa convergere diverse influenze, dal noise al post punk, dal post rock all indie rock anni '90, con una vaga aura riconducibile ad un sound tipico della scena underground newyorkese. La band al momento ha realizzato il suo primo album omonimo autoprodotto uscito marzo 2016, nel quale saranno presenti 9 brani. Amaury Cambuzat (Ulan Bator, Faust) ha partecipato alle chitarre del brano Blue Grass. Un nuovo album è in dirittura di arrivo.
 
 
 

Venerdì 11/01/2019: ANGELA BARALDI duo Live – Cantautorato italiano. Ingresso 6 euro. Facciamo un 48…Djs Random. Manets Birthday.

 

Angela Baraldi è una cantante e attrice italiana. Dal 1990 ad oggi ha pubblicato otto album. È stata l'attrice protagonista di Quo vadis, baby?, film del 2005 di Gabriele Salvatores.All’inizio del 2011 Angela si esibisce a Teatri di Vita a Bologna in un concerto con Massimo Zamboni dedicato al repertorio dei CCCP. Sull’onda del successo riscosso ha inizio il tour “SOLO UNA TERAPIA – dai CCCP all’estinzione”, che tocca la maggior parte delle regioni italiane e nel corso del quale viene registrato un CD dal vivo. I concerti con Massimo Zamboni e Giorgio Canali proseguono con successo nel corso del 2012. A maggio viene pubblicato “Sbrai”, singolo con Massimo Zamboni prodotto da Max Casacci dei Subsonica, anticipazione del nuovo cd di materiale inedito previsto per il 2013. Angela partecipa con successo, insieme a Nada, Fatur, Giorgio Canali e Cisco, alla serie di concerti-evento “30 anni di ortodossia”, viaggio musicale nei trent’anni di carriera di Massimo Zamboni, dai quali viene tratto un dvd/cd pubblicato alla fine di novembre. Ad aprile del 2013 esce finalmente il cd di inediti con Massimo Zamboni “Un’infinita compressione precede lo scoppio”. Nel corso dell’anno prosegue intensamente l’attività live con Zamboni, Giorgio Canali e con gli Ex C.S.I.; a fine anno con i Vessel è in tour per i club di tutta Ialia con “Toxic Love”, concerto in cui classici di Nico, Lou Reed e dei Velvet Undergound vengono ripresi in personalissime versioni. All’inizio del 2014 Angela torna da protagonista in teatro con “The Wedding Singers”, in scena al Teatro della Tosse di Genova dove, tra monologhi e canzoni, vengono rappresentate le vite di nove grandi vocalist del passato ormai scomparse. A febbraio viene pubblicato il cd dei Vessel “Le Difese”, a cui Angela partecipa come vocalist in tre brani, mentre prosegue la realizzazione del nuovo cd di inediti, prodotto da Giorgio Canali. Lo scorso anno realizza con Massimo Zamboni, Cristiano Roversi, il disco Sonata A Kreuzberg per la Contempo.

Link FOTO Angela Baraldi: https://www.facebook.com/1435551703220856/photos/a.1435551753220851/1435552046554155/?type=1&theater

 

Sabato 12/01/2019: JADISH (It, Metal/Crossover). Ingresso gratuito. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.
 
Le Jadish, nascono a Torino nel 2005 da quattro musiciste con alle spalle una solida esperienza. Il loro genere, lo slang metal, è una definizione da loro coniata per esprimere uno stile del tutto personale! I brani proposti sono di sicuro impatto emotivo: travolgente potenza strumentale fatta di suoni che spaziano dal metal al rock più trasgressivo, unita all'originalità di testi in più lingue e ad una voce grintosa e trascinante. Dopo pochi mesi dal completamento della formazione iniziano subito con le esibizioni live in numerosi locali, partecipano a diversi festival in Italia e in Europa. E' evidente la loro grande intesa sul palco. Impegno, stile, grinta, ironia e talento: queste sono le caratteristiche di una band al femminile ben lontana dallo stereotipo delle fanciulle tutte minigonne e ombretto che popolano il mondo musicale.
 
Link FOTO Jadish:
 
Martedì 15/01/2019: AHL LIVE SESH – Tito Castelli live (Eurocrack experimental noise). Ingresso gratuito.
 
Naturalista, noiser e DIYer. Spinto da una forte passione per ogni tipo di sperimentazione. Cultore del riuso e del riciclo. Fondatore dell’etichetta musicale Brusio Netlabel e del MainOFF – Congresso di Musiche ed Arti Elettroniche Indipendenti. Produce sotto vari pseudonimi (Static Waves, Noise Soli, Radical Shit) musica sperimentale elettroacustica e noise. Insegna attualmente Scienze Naturali presso il Liceo Scientifico “C. Darwin”. 
 
 
Giovedì 17/01/2019: SHARKMUFFIN (NYC, Pop Fuzz/Glam). Ingresso 5 euro.
 

Sono due ragazze di Brooklyn, che suonano una sulfurea mistura di punk, con venature garage ed inflessioni che lambiscono territori cari al flessuoso e sexy tribalismo urbano di ESP. Una musica buona per i cross road in attesa di demoni che possono assumere sembianze insospettabili. Musica entusiasmante, suonata dalla chitarra al cromo lavico di Tarra Thiessen e dal basso incalzante / ossessivo di Natalie Kirch. Loro definiscono il proprio suono “punk rumoroso-che-incontra-power pop psichedelico” e può essere una buona base di partenza, ma è un suono prismatico e cangiante, sempre diverso eppur simile a se stesso, che ti entra in testa, muovendoti muscoli ed ossa.

Link FOTO Sharkmuffin: http://www.btrtoday.com/wp-content/uploads/sharkmuffFEAT.jpg

Venerdì 18/01/2018: UOCHI TOKI in VR – Realtà Virtuale con testi a tema cyber. Ingresso 5 euro. Prima e a seguire ITALIANS DO IT BETTER by Carletto il principe dei mostri.

Gli Uochi Toki, Rico e Napo, sono un duo che suona le Galassie e le profondità della Terra tramite i campionatori e racconta del Tutto, del Niente e del Qualcosa tramite un rap frastagliato. Cambiano spesso abitazione e hanno origini geografiche miste quindi, una volta inquadrati in un'area geografica, si spostano rendendo ulteriormente complicata la risposta alla domanda “di dove sono”? Si formano durante i primi adolescenziali raduni Fremen sulle sabbie dei deserti delle città dormitorio senza tradizione nel Nord Ovest della Penisola. Hanno maturato la loro sincronia e il loro accordo preferendo alle prove classiche in saletta il domare i Grandi Vermi di metallo con spruzzi di vernice colorata, per poi abbandonare anche questa pratica a favore dell'osservazione diretta del vuoto e del pieno. Hanno fatto i primi dischi a digiuno di nozioni su cosa fossero le etichette e le auto-produzioni, semplicemente lavorando in campagna per guadagnare i soldi necessari alle stampe (in “Scusate secondo voi il dentifricio costituisce ancora uno status symbol?”), per poi incontrare in sequenza i bucanieri della Burp Publications (in “Vocapatch”, “Uochi Toki” e “Laze Biose”) i maniscalchi della Wallace Records (in “La chiave del 20”) e gli architetti della Tempesta Dischi (in “Libro Audio”, “Cuore Amore Errore Disintegrazione” e “Idioti”) per mettere infine in pratica le nozioni apprese e collaborare talvolta con gli alchimisti Corpoc (in “Distopi” e “Cystema Solari”), talvolta semplicemente da soli senza etichetta e senza ufficio stampa (in “Macchina da Guerra”). Nel 2015 escono di nuovo con la Tempesta Dischi mandando alle stampe “Il Limite Valicabile”, una sorta di grande cartina geografica ipertestuale su doppio cd che regala una visione d'insieme prima di passare ad una osservazione ulteriore. Gli Uochi Toki hanno messo a punto un impianto live aperto e modulare che propone un terzo di suoni, un terzo di parole e un terzo di disegno, per necessità di completezza e di elementi improvvisati che creino differenze tra una performance e l'altra. Nonostante la forma a cui sono arrivati sembri completa, potrebbero cambiare ulteriormente a seconda di cosa le successive Navigazioni suggeriranno loro. Oltre a diversi progetti che li vedono operare da soli (Rico come tecnico del suono live e in studio e Napo come disegnatore sotto lo pseudonimo di Lapis Niger) collaborano entrambi attivamente con Megabaita, un team per la creazione di immaginari animati tramite la modellazione 3d, producendo teaser (per “Cystema Solari”), videoclip destrutturati (Ovo “I Cannibali” e Uochi Toki “Voglio sentire le urla del re”) e ulteriori idee che stanno germogliando sotto il terreno.

Link FOTO Uochi Toki: https://www.facebook.com/45187327654/photos/a.10151528186627655/10153948008132655/?type=3&theater

Sabato 19/01/2019: The LEGENDARY KID COMBO – (It, Cock'a'Billy / punk / rock). Ingresso 6 euro. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.

I Legendary Kid Combo appaiono sulle scene del nord Italia verso la fine del 2005. Cominciano subito le scorribande su e giù per lo stivale a bordo della loro sferragliante diligenza, e presto arriverà anche l’ivasione del vecchio continente. Beccamorti? Istrionici ed eclettici, autoironici, si gettano nella musica con la curiosità di un cuoco alle prime armi, amano mescolare tutti gli ingredienti che trovano sulla loro strada, giocare e scherzare con la musica, con il pubblico, con loro stessi. Frack impolverati, cilindri e bombette scucite, stivali e cinturoni, sono la rappresentazione fisica della loro musica. Beccamorti appena usciti, ubriachi, da un saloon del vecchio west. Cock-a-billy! La loro musica è una strana ricetta, segreta come quella della cocacola, buona come quella della nutella…Cos’è il cockabilly? Il perfetto punto di incontro fra Country-punk-psychobilly-bluegrass-folk gothic-balkanica e una spolverata di ironia. Carrozzone… Uno spettacolo a cavallo fra il teatrino, la prosa e il concerto più scatenato e movimentato che possiate aver mai visto, teatro ambulante, carrozzone scenografico, tanta e tanta energia e qualsiasi cosa si possa inventare ed improvvisare su un palcoscenico, e anche giù dallo stesso. Il loro Live-show è decisamente qualcosa di impedibile, e sono già stati definiti da diverse testate giornalistiche come la “miglior party band italiana”. Se non li trovate non cercateli, saranno loro a trovare voi!

Link FOTO The Legendary Kid Combo: https://www.facebook.com/theLegendaryKidComboOfficial/photos/a.10150093226906147.307042.155942791146/10155590902431147/?type=3&theater

Martedì 22/01/2019: SILENT CARNIVAL (Itdrones, songwriting, melodie fragili). Ingresso 5 euro.

Dalla collaborazione tra Viceversa Records e Old Bycicle Records arriva l’esordio di Silent Carnival con l’album omonimo “Silent Carnival”. Marco Giambrone (già noto per aver calcato i palchi d’Italia con Marlowe ed aver prestato la sua chitarra all’esordio di Nazarin) si avventura in un percorso artistico elaborato, incisivo e di rara eleganza. Un album pressoché strumentale in cui le 9 tracce si susseguono in un amalgama translucido di note e immagini rubate alle mura di una casa antica nelle campagne siciliane (dove l’album è stato registrato con lo studio mobile L’Argent di Carlo Natoli, anche produttore artistico del disco). I brani catturano l’attenzione e trascinano in un ascolto umorale e viscerale, come un treno che non deve fermare in nessuna stazione, un’autostrada verso il nulla o semplicemente un pomeriggio passato ad ascoltare la pioggia. Il disco è stato scritto lasciando fluire le idee senza porre dei limiti di tempo o di stile e senza pensare per forza al “formato” canzone. Tempi dilatati, canzoni circolari, ampie progressioni strumentali, umori oscuri, stratificazioni. Ma anche spazio per delle melodie che affiorano e poi svaniscono tra i drones e il silenzio. Su tutto emergono il suono del Farfisa, le chitarre riverberate e minimali, le percussioni cupe e marziali. I preziosi interventi del violoncello di Andrea Serrapiglio della viola di John Eichenseer alias JHNO e del sax di Gianni Gebbia. L’album viene anticipato dalla pubblicazione di un brano outtake, June, e del suo video nel mese di Agosto 2014. Al Blah Blah presenterà il disco uscito lo scorso anno Somewhere.

Link FOTO Silent Carnival: https://www.facebook.com/silentcarnivalmusic/photos/a.408081185939105/408081222605768/?type=3&theater

Giovedì 24/01/2019: kuTso duo Live (It, Indie Rock) 

I KuTso uniscono scherzo e provocazione ad un linguaggio musicale gioiosamente frenetico. La loro musica solare e irriverente è il tappeto sonoro di testi segnati da forti dosi di simpatico disfattismo e smielato sarcasmo. I concerti, veri e propri mix esplosivi di nonsense, disperazione, movimenti inconsulti, invettive e travestimenti estemporanei trasportano il pubblico in un’atmosfera surreale e sgangherata. Il 2014 dei Kutso è costellato da grandi eventi: primo tra tutti il Concerto del Primo Maggio a Roma, durante il quale si sono esibiti davanti a 700.000 persone. Ad esso fanno seguito le aperture a Caparezza: a Miami (USA) in occasione dell’Hitweek Festival e al Postepay Rock In Roma 2014: due grandi occasioni che hanno trovato l’appoggio di un pubblico particolarmente partecipe e divertito. Altro evento memorabile è la partecipazione all’Hard Rock Live Roma in Piazza del Popolo insieme ai Negramaro. I kuTso sono impegnati da oltre un anno in un tour senza sosta, denominato appunto “Perpetuo Tour”, con il quale hanno collezionato – solo nell’ultimo anno – più di 120 date in tutta Italia. Nel 2013 – invece – hanno pubblicato il loro primo album ufficiale “Decadendo (su un materasso sporco)” prodotto da 22R, Cose Comuni e Metatron, presentato live al Circolo Degli Artisti di Roma. Il primo singolo estratto, “Lo sanno tutti”, è stato accompagnato da un video irriverente girato con la crew di comici “The Pills”; il secondo singolo “Alè” è rimasto nella classifica Indie Music Like (MEI web) per più di 4 settimane. Nel 2015 partecipano alla 65esima edizione del “Festival di Sanremo” in gara nella sezione nuove proposte con il singolo “Elisa”. Il 12 febbraio esce il loro secondo album “Musica per persone sensibili” (IT.POP/Universal). I Kutso si sono classificati secondi tra le Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2015 con il brano “Elisa”. Al Blah Blah presenteranno il disco “Che effetto fa” uscito per Goodfellas lo scorso anno.

Link FOTO Kutso: https://www.facebook.com/kutsoband/photos/a.448967494766/10156963580324767/?type=1&theater

Venerdì 25/01/2019: Stoner Night: Black Capricorn dalla Sardegna + Sabbia da Biella. Ingresso 5 euro. A seguire Goodtimes dj set by Giorgio Valletta & Seba Mc. 

 

I Black Capricorn nascono all'inizio del 2008, con Fabrizio Monni voce/chitarre, Rachela Piras alla batteria e Virginia Piras al basso. Nel corso di questi anni cambiano formazione passando a 5 elementi e poi dal 2013 tornano alla line up originale con la sola unione di Daniele Manca alla chitarra per i concerti dal vivo. Black Capricorn registrano un primo album (la sessione di registrazione demo) rilasciato il giugno 2011 per la 12th Records, un secondo album uscito su vinile marzo/aprile del 2013 “Born Under the Capricorn" (con la line up a 5) da Stone Stallion Rex e l'ultimo lp "Cult of Black Friars" rilasciato il primo di Novembre 2014. Con Daniele Manca registrano una canzone per un vinile split con I Bretus rilasciato a giugno 2015 dalla Arcane Tape records. Dal 2012 la band riprende a suonare concerti in giro per l’Europa. Nel 2016 è uscito uno split con gli irlandesi dei Weed Priest e il 2 novembre 2017 l’ultimo disco “Omega”. I Sabbia nascono a Biella nel 2015 dalla volontà del chitarrista Gabriele Serafini di mettere in piedi un progetto di musica strumentale che seguisse le orme delle Desert Session capitanate da Josh Homme dei QOTSA, sia per quanto riguarda il sound sia per l’attitudine, legata alla realizzazione di brani provenienti esclusivamente da lunghe jam session dalle quali ricavare poi le parti da utilizzare nella registrazione dei brani, tutto in presa diretta. La cellula primitiva della band è composta da Gabriele Serafini, dal basso di Alessandro Finotello e dalla batteria di Patrick Seguini, che lascerà subito la band per partire all’estero. Le prime jam vengono catturate da un piccolo registratore digitale e condivise con amici musicisti, su tutti Andrea Bertoli, già voce e tastiere dei Lemura. Bertoli arricchisce il progetto con le sue tastiere e vengono registrate alcune sessioni con diversi batteristi, tra cui Filippo Rieder dei Fine Before You Came che darà un contributo decisivo nella stesura del primo singolo “Torno a Piedi”. Alla batteria arriverà successivamente il giovanissimo batterista Marco De Grandi, già dietro le pelli degli Electric Ballroom, che rimarrà in pianta stabile nella formazione dei Sabbia. A questa formazione, si unisce all’inizio del 2016 il sassofonista Giacomo Petrocchi, anche lui presente in pianta stabile nella formazione attuale.

 
 
Sabato 26/01/2019: LESTER GREENOWSKI (It, Glam Punk). Ingresso gratuito. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.
 
Nel 2002 fonda Lester and the Landslide Ladies con cui incide ben sette LP oltre a alcuni split e EP. Si esibiscono in oltre 600 (!) concerti in Italia e tutta Europa. Nel 2011 Lester collabora con Honest John Plain (The Boys, The Lurkers, Ian Hunter, Pete Stride, Mannish Boys, The Crybabys etc.) e attorno a questo musicista riunisce un gruppo che accompagna la leggenda inglese ancora oggi dopo svariati tour europei. A seguito di questa collaborazione nasce il disco “Honest Alive” (2012 Tornado Ride Records) che vede Lester impegnato come bassista e cantante. Terminata l’esperienza di Lester And The Landslide Ladies nel 2012, Lester decide di continuare con Plain e si cimenta anche come artista solista tanto che nel 2014 pubblica il disco di debutto “It’s Nothing Serious Just Life” per Area Pirata. Nel 2016 esce un split di 4 tracce, The Italian Job, con gli inglesi The Crybabys, mentre nel 2017 esce uno split assieme ai finlandesi The Empire Strikes entrambi pubblicati per Area Pirata. In più di 10 anni ha diviso il palco con Richie Ramone, Backyard Babies, Offspring, L..A. Guns, Faster Pussycat, Vibrators, Enuff Z'Nuff, Slaughter & The Dogs, Angelic Upstarts, Supersuckers, Dictators, Dickies e tantissimi altri. 
 
 
Martedì 29/01/2019:  SEX SLAVES (NYC, Rock Band). Ingresso 6 euro.
 
Sex Slaves arrivano da New York in costante tour in giro per il mondo, più di 1000 concerti. Canzoni come “Thank God for Jack Daniel’s”, “Long Live the Dead” and “Say What” sono in heavy rotation nei club di mezzo mondo. La band ha avuto un periodo di pausa di cinque anni e alcuni dei membri hanno collaborato con i Combichrist e Criss Angel. Ritorneranno sui palchi per due settimane in un tour europeo che toccherà Germania, Svizzera, Italia.
 
 
 
Francesco Rapone / mobile +39.349.5380949 / e-mail: rapone@libero.it / web: http://www.facebook.com/raponefrzk

 

Tutti gli eventi per blah blah

Altri locali vicino Torino (Torino), Piemonte