Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Firenze - Dublin - Bologna - Paris - Jesolo - Catania - Köln - Hamburg - Copenhagen - Berlin - München - Padova - Taranto

TIZIANO POPOLI "Burn the Night / Bruciare la Notte"

Una rivelazione e un ascolto gioioso dall'inizio alla fine, per non parlare di un'aggiunta cruciale al canone della musica minimal italiana e della sua storia oscura che sfida e amplia radicalmente i termini delle definizioni del movimento, è significativa quanto le pubblicazioni di archivio.Riconosciuto in gran parte per il suo debutto nel 1985, Scorie, realizzato in collaborazione con il compositore Marco Dalpane e considerato un contributo fondamentale al canone del minimalismo italiano, Tiziano Popoli appartiene a una generazione di compositori d'avanguardia e sperimentali che lavorano in Italia e nel mondo durante gli anni '80, ciò abbracciò e incorporò sempre più elementi di musica popolare e un numero diversificato di tradizioni globali. Il suo lavoro presenta una visione del minimalismo che si estende ben oltre le sue radici di musica classica, incorporando una sensibilità giocosa e pop, senza sacrificare i suoi temperamenti di eleganza e moderazione, che assume una visione democratica, spesso globale, del suono organizzato; una nozione di avanguardia che è molto più vicina al suo inizio come musica popolare, di quanto non sia stata spesso storicamente deviata.Gran parte della carriera di Popoli è stata dedicata ai contesti dal vivo, in particolare alla composizione per teatro, danza, cinema / televisione e contesti di belle arti, spiegando alcuni dei motivi per cui la sua presenza è stata meno sentita fuori dall'Italia nel corso della sua lunga carriera. Fortunatamente, molti di questi sforzi sono stati registrati su nastro, consentendo loro di attraversare il tempo e ora costituiscono una parte sostanziale delle registrazioni comprese da Burn the Night / Bruciare la Notte.. In quanto tali, aprono una finestra straordinariamente importante e precedentemente non disponibile nella pratica del compositore, nonché una traiettoria completamente distinta all'interno della pratica musicale d'avanguardia che traspare in Europa in quegli anni.Che sia considerato come una serie discreta di movimenti, o per la sua totalità, Bruciare la Notte si allontana dalle avanguardie musicali ei minimalismi hanno accettato significanti e definizioni estetiche, pur conservando le loro pratiche e approcci principali - in particolare sintesi, sound-collage, non -fonti strumentali, pietre di paragone strutturali e culturali ibride e relazioni microtonali - ognuna guida la ricerca del compositore per un nuovo linguaggio musicale ambiziosamente democratico.
Pubblicato il