Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - Torino - London - Paris - Manchester - Assago - Amsterdam - Firenze - Glasgow - Dublin - Barcelona - Madrid - Hamburg

IPERCORPO

IPERCORPO•complesso S.I.T.A./ATR•Fabbrica delle candele, Palazzo Romagnoli, Galleria Marcolini•FORLI'•INFO: 347/3169141•338/7561112• info@cittadiebla.it •http://www.ipercorpo.cittadiebla.com

IPERCORPO :: IL PADRE

XV Festival Internazionale delle Arti dal Vivo 

Forlì, 20 – 27 maggio 2018

 

 

Al via alla sezione performativa del Festival Ipercorpo di Forlì. La sezione danza e teatro inaugura infatti giovedì 24 maggio alle ore 20.30 con Claudia Castellucci che esplora la ritualità del gesto della danza capace di costruire nuove comunità in Verso la specie, ballo con alcuni scolari della Scuola Mòra e i partecipanti del seminario di danza Esercitazioni Ritmiche di Forlì. Rivolto a danzatori esperti, il seminario è in programma a Ipercorpo dal 19 al 24 maggio (Fabbrica delle Candele-EXATR). Segue alle ore 22.00 il primo appuntamento con gruppo nanou (replica 25 maggio, ore 22.30), che analizza gli elementi fondanti della scena ne Il colore si fa spazio. Alphabet: progetto di scrittura per una danza possibile. Il collettivo di danza ravennate espone una creazione site specific, tappa di un percorso di ricerca coreografica che si è nutrito di scambi e confronti, grazie alla collaborazione con Daniele Torcellini (docente di cromatologia per le Accademie di belle arti di Genova e Verona). Un’apertura al dialogo che Ipercorpo favorisce attraverso la co-produzione del progetto scenico e la promozione di una chiamata pubblica per architetti, designer e cutatori, invitati a partecipare al processo compositivo di gruppo nanou dal 21 al 25 maggio negli spazi dell’EXATR (in collaborazione con la Stagione di Contemporaneo del Teatro Diego Fabbri).

La sezione MUSICALE a cura di Davide Fabbri ed Elisa Gandini intitolata IN ASCOLTO, pone e rinnova con forza questo tema, ovvero le modalità di assorbimento di quanto ci è dato (a)udire attraverso una proposta che sottolinea la ritualità e la spazialità. Dal 24 al 27 maggio si susseguono quattro ascolti filodiffusi, uno per serata (Figli, Satelliti, Macchine, Silenzio) “accompagnati” dall'opera installativa di Elisa Gandini Furore Bianco, un piccolo spazio, una sorta di cabina insonorizzata all’interno della quale è possibile sperimentare la dimensione del proprio, personalissimo, suono corporeo (respiro e altri piccoli suoni).

La sezione dedicata all’ARTE, inaugura giovedì 24 maggio anch’essa. Curata da Davide Ferri, prevede la presenza di opere di importanti artisti italiani: Luca Bertolo, Stefania Galegati Shines, Franco Guerzoni, Flavio Favelli, Maria Morganti, Elena Nemkova, Cesare Pietroiusti, Gianni Politi, Fabrizio Prevedello, Agata Torelli.

Negli spazi dell’EXATR prende forma una stanza, La stanza del padre, che diviene il luogo dove vengono raccolte alcune opere. Sono ritratti, doppi ritratti, autoritratti, cioè dispositivi capaci di sollevare il problema dell’identità in forma autobiografica e vagamente narrativa per alludere al padre in termini di traumatica assenza e scomparsa, o forza da contrastare, e riaffermare, fino a ridefinirne i contorni in una forma più indeterminata e archetipica. Opere che, anche in questa edizione, convivono con le forme e i ritmi del festival.


Altre informazioni

Dal 20/05/18 al 27/05/18

Contatti

Tutti gli eventi per ipercorpo

Nessun evento presente