Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - Torino - London - Paris - Manchester - Assago - Amsterdam - Firenze - Glasgow - Dublin - Barcelona - Madrid - Hamburg

ACQUA E VINO CHIANCIANO TERME MUSIC JAZZ FESTIVAL

PRESENTATA OGGI LA SECONDA EDIZIONE DI

ACQUA E VINO CHIANCIANO TERME MUSIC FESTIVAL

17  | 18 | 19 | 20 MAGGIO E 1 GIUGNO 2018

 
CON L'EVENTO SPECIALE IN ANTEPRIMA ASSOLUTA

PRODUZIONE ORIGINALE DEL FESTIVAL

PUPO LEGGE E CANTA IL PINOCCHIO DI COLLODI


"Perché sono ancora oggi Pinocchio ma anche un bambino normale".
 

Manifesto low 2018.jpgbozza manifesto 1 giugno.jpeg

"Ho subito accolto con entusiasmo l'idea di un festival che sapesse apprezzare e valorizzare il territorio con un cast di rilevanza nazionale" afferma il sindaco di Chianciano Terme Andrea Marchetti.

"Con l'augurio che questa esperienza, che vede la Banda duettare col festival, possa proseguire negli anni" ha proseguito Luciano Pucello, dell'Istituto Musicale Bonaventura Somma.

Pupo: "Perché sarò Pinocchio? Perché come lui alla fine torno sulla retta via, perché sono un ragazzo per bene e con la testa sulle spalle. Nello spettacolo stiamo lavorando per trovare il giusto equilibrio tra recitazione e canto e armonizzazione della musica e sono molto felice di rappresentare la prima alla Terme di Sant'Elena. Era qui che venivo a ballare da ragazzino e conosco bene queste acque, il loro potere curativo e quel parco credo sia la cornice ottimale in cui presentare Pinocchio. Ho accolto quindi con piacere l'invito di Gionata Giustini con cui sono legato da un'amicizia rara, intensa, disinteressata e genuina. Quando mi ha parlato di Pinocchio la cosa che più mi ha lasciato perplesso è quando mi ha detto 'Non ci sono soldi, zero, proprio nessun compenso', ma ho accettato subito lo stesso e oggi così torno all'origine di quando facevo musica perché ero un sognatore. Sto tornando a fare la stessa cosa di quando ho iniziato a cantare, di quando ho scritto le mie prime canzoni, quando le cose ti partivano da dentro, e questa cosa del Pinocchio sta sgorgando da dentro e la voglio fare bene anche perché è una proposta che mi appartiene. Io sono stato Pinocchio, sono ancora Pinocchio, invecchiando sono diventato un bambino normale e oggi sono normalmente un cane sciolto. Sono stato uno scavezzacollo, un monello, per qualcuno un delinquente, qualcuno dice generoso, mia madre dice bischero, mio padre diceva che resistevo più sott'acqua che a lavorare... Quando lasciai la scuola andai a lavorare in un negozio di giocattoli e resistetti 7 giorni, poi l'alto, poi il basso, ora di nuovo sono tornato a stare bene, un po' come nelle favole e con questo debutto di Chianciano vedremo dove potrò arrivare. Io faccio musica, radio, televisione e chissà che non sia un primo passo per calcare anche le scene di un teatro con questo spettacolo così unico e originale ma per tutti".

Paolo Scatena direttore della Banda: "Dietro al lavoro drammaturgico di Manfredi Rutelli abbiamo cercato di legare tutta la parte narrata da musiche tratte dal repertorio italiano, musica popolare come anche musica colta (vedi Rossini) tenendo conto delle nostre radici

Manfredi Rutelli, drammaturgo: "Non ho voluto fare una cernita dei momenti più famosi e conosciuti del Pinocchio ma rendere tutta la storia e le avventure di questo ragazzino e creare qualcosa insieme qui a Chianciano, dopo tanto girovagare per il mondo, è un bel modo per ritornare alle origini.  Come fu già con la Banda 20 anni fa per lo spettacolo con Flavio Insinna".

Michele Manelli, a capo della prestigiosa azienda vinicola di Montepulciano Salcheto, ha presentato anche la serata dell'anteprima del festival ospitata nella sua azienda, unico evento che si svolge fuori dalle Terme: "Abbiamo sempre cercato contaminazioni col mondo dell'arte come è accaduto in passato con fotografi come Paolo Pellegrini e registi come Michel Gondry e siamo onorati di affiancare il festival proponendoci come location per un palco di musicisti debuttanti ma non per questo meno interessanti."

"È stato impegnativo e per niente facile tornare a visitare i sotterranei delle Terme - interviene il dott. Ubaldo Ruju Cignozzi, patron delle Terme di Sant'Elena - alla ricerca degli scrigni che conservano le  memorie degli anni '50. Foto polverose ma importantissime e storiche che nelle mani di mia moglie Teresa Guerra stanno per tornare a risplendere".

E chiude il direttore artistico del Festival, Gionata Giustini: "Dopo il grande jazz dell'anno scorso che ha visto Enrico Rava, Battista Lena, Gabriele Mirabassi e la reunion di Banda Sonora, quest'anno è la parola a farla da padrone, articolata in teatro canzone, poesia a braccio, canzone d'autore e favole messe in musica, racconti e musiche per il dopocena. Per riprendersi uno spazio di appartenenza e di riflessione, mescolando sempre in modo scanzonato ma sapiente l'acqua con il vino o viceversa, in attesa di incamminarci anche verso la strada dell'olio. Un festival come una messa in musica: sacra e profana allo stesso momento".


COMUNICATI STAMPA IN ALLEGATO

FOTOGRAFIE DEGLI ARTISTI AL LINK:
http://bit.ly/Foto_AcquaeVinoChiancianoTermeMusicFestival2018

MAGGIORI INFO E CONTATTI
Logo_col_low copia 2.jpg

info@cartadamusica.it - +39 393.9818120
 

 

intestazione acqua e vino 1.png
intestazione acqua e vino 2.png

Con il Patrocinio del Comune di Chianciano Terme e in collaborazione con L’Istituto Musicale “Bonaventura Somma”, l'ideazione e la direzione artistica e organizzativa di Carta da musica e Terme di Sant’Elena, per il secondo anno, dopo il successo della prima edizione, torna Acqua e vino Chianciano Terme music festival, la manifestazione dove l’acqua, il vino e la musica, tre elementi fondamentali del vivere conviviale, tornano nel ruolo di protagonisti in un unico festival.
A Chianciano Terme nei giorni 18, 19, 20 maggio, con un evento speciale il 1 giugno e l'anteprima a Montepulciano del 17 maggio alla Cantina Salcheto.
Cambia lo scenario sonoro rispetto alla prima edizione, non più il grande jazz come fu lo scorso anno per la reunion di Banda Sonora con eccellenze quali Enrico Rava, Battista Lena, Gabriele Mirabassi, Gabriele Evangelista e Marcello di Leonardo, ma bensì il teatro canzone e di narrazione.
Cinque giorni di racconti, canzoni, cene e degustazioni con le eccellenze dell’enogastronomia toscana a cura di Arcicaccia nello straordinario scenario delle terme di Sant’Elena, fonte termale da cui sgorgano acque oligominerali tra le più curative d’Europa, un'incantevole oasi di verde e di riposo, un “santuario ecologico” secondo la definizione data dal Papa emerito Ratzinger.

Con la finalità di creare un appuntamento musicale e culturale atteso e richiesto dal territorio come da altre regioni, capace di ripetersi negli anni, sulla scorta di altre manifestazioni storiche, il festival è ideato e organizzato da Carta da musica di Gionata Giustini e Riccardo Rozzera, che da dodici anni opera come agenzia di comunicazione e management in ambito discografico e cura la realizzazione di eventi per numerosi artisti ed etichette mettendo a frutto una comprovata trentennale esperienza.

Sostenuto da BancaCras/Credito cooperativo Toscano Siena, il Festival si avvale della preziosa mediapartnership di Teleidea, che si rinnova anche quest'anno dopo aver sposato l’evento già dalla prima edizione, a cui si aggiungono quest'anno quelle radiofoniche decisive con Radio Cuore e Radio Sportiva (raccontiamo emozioni). Il Festival vede inoltre il coinvolgimento di protagonisti musicali autoctoni, di uno dei principali protagonisti vinicoli della zona come la prestigiosa Cantina Salcheto, delle aziende alberghiere Grand Hotel Ambasciatori, Grand Hotel Milano e dell’Associazione Albergatori di Chianciano Terme/Federalberghi e della ristorazione La Torretta e L’assassino, imprenditori locali come Articolo 93/Centro commerciale naturale Chianciano Terme, di cui fanno parte anche i tour operator Destriero e Al centro del mondo e marchi del comparto agroalimentare del senese con epicentro Chianciano Terme.



ANTEPRIMA GIOVEDì 17 MAGGIO - MONTEPULCIANO - CANTINA SALCHETO

LE NUOVE VOCI DEL VINO:

BAMBINA E 5HUNDRED IN CONCERTO



VENERDì 18 MAGGIO

TERESA DE SIO

BRIGANTESSA - INCONTRO TRA PAROLE E MUSICA


SABATO 19 MAGGIO

DAVID RIONDINO

CANTARE IL CANTABILE

DOMENICA 20 MAGGIO in ANTEPRIMA NAZIONALE

- PRODUZIONE ORIGINALE ESCLUSIVA DEL FESTIVAL -

PUPO LEGGE E CANTA IL PINOCCHIO DI COLLODI

Con l’accompagnamento della Band a dell’Istituto Musicale Bonaventura Somma, diretta dal Maestro Paolo Scatena.

Regia e adattamento teatrale Manfredi Rutelli

Da un soggetto di Gionata Giustini

 

EVENTO SPECIALE VENERDì 1 GIUGNO

DUE AMICI DOPO CENA, TRA CHIACCHIERE E CANZONI

RECITAL DI EDOARDO DE ANGELIS e NERI MARCORÉ
 

Logo_col_low copia 2.jpg
info@cartadamusica.it +39 393.9818120

 

Altre informazioni

Dal 22/05/18 al 01/06/18

Contatti

Social

Tutti gli eventi per acqua e vino chianciano terme music jazz festival

Nessun evento presente