Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - London - Padova - Torino - Verona - Firenze - Paris - Berlin - Barcelona - Amsterdam - Manchester - Glasgow - Napoli

DJ Sets

JAMIE XX

Scopri tutto su jamie xx, concerti, eventi, news e molto altro!

In Colour Sull’usura, spargere colore. Celebrandola, anche; quale gesto estetico di un genio contemporaneo, quello di Jamie xx – al secolo Jamie Smith, classe 1988: musicista e producer che assieme agli xx (“XX”, 2009; “Coexist”, 2012) e in solo (oltre alle produzioni e ai remix, tra cui il più importante per Gil Scott-Heron in "We're New Here", i 12” di “Far Nearer/Beat For”, 2011, “Girl/Sleep Sound”, 2014 e il singolo "All Under One Roof Raving") ha ridefinito come pochissimi altri della sua generazione gli assiomi del nuovo pop inglese. Sintetizzando le parole di Smith: dalla ricerca di una cifra e di mezzi espressivi (“XX”), la scoperta di un proprio Io artistico (“Coexist”). Step successivo la consapevolezza di sé, che nel tempo ha attraversato fasi formative trasversali; moratorie turntablism fatte di parecchio lavoro su produzioni altre, i (già citati) remix, le Boiler Room e gli Essential Mix (per la BBC: già classici). Consapevolezza e identità che in “In Colour” (Young Turks) si compiono completamente. Da qui, la realizzazione di uno spazio cromatico su cui Smith agisce, e che rappresenta la componente genetica del sound proposto: un’elettronica come anima (il nucleo garage/indie DIY) che, ancorata al corpo, tende (nostalgica, e macchiata dalla club culture) al sublime. Sicché, sulle dicotomie minimal/massive di quella che comunque rimane dance music UK, tutto è armonia. Ed estasi. Nel vibrare di linee e sub bass (“Sleep Sound”), schegge underground e sirene, frammenti ritmici e agganci dancey/melodici a scatto (“Girl”), nei loud places di “In Colour” Jamie xx fa scelte estetiche “classiche”, lavorando di sintesi sui generi, sui samples e su ogni semplice elemento compositivo; rendendosi universale e mai sfacciatamente epico. Piuttosto, celestiale (“Obvs”, “The Rest is Noise”, “Sleep Sound”). Per sinestesia, ciascun brano del disco possiede una particolare tinta (si veda il suo profilo instagram), e una sua specifica intensità cromatica. Ogni pezzo compatta un umore, un frammento notturno di Londra, del suo passato; un suo spazio interiore, uno stato esistenziale. Ogni pezzo è sintesi nuova e celebrazione indiretta di cultura dance. “Gosh” è ritorno alla culla rave anni ’90 (il capolavoro “All Under One Roof Raving”, sample dal cortometraggio “Fiorucci Made Me Hardcore” di Mark Leckey, anticipava i temi jungle lo scorso anno), stagione euforica e formativa per il Jamie pre xx. UK massive e drum'n'bass a macinare fino all’acida spinta di una sirena in orbita. L’usura dei quartieri londinesi (Brixton), stipati di Caraibi, in “There’s Gonna Be (Good Time)” - feat. Young Thug e Popcaan (sample da "Good Times" dei The Persuasions): synth di piccoli diamanti ritmici, accenni reggaeton (Major Lazer), fisica spinta r’n’b, cesellata e secca nei beat. A prescindere dal flow di Thug, che ad ascolto distratto/profano appare forzato sugli stilemi del genere, la parte strumentale contiene in sé un tesoro ricco di cromatismi.

JAMIE XX è presentato in Italia da

Altre informazioni

Contatti

Social

Questa pagina è gestita da admin
Pensi di dover gestire questa pagina? Fai richiesta con la tua movitazione

Tutti gli eventi per jamie xx

VILLA BORDONARO AI COLLI
CAVA PARADISO

cava paradiso presentato da Club To Club